Oggi fotografare Neonati richiede ben di più di essere semplici fotografi professionisti. Perché? A chi si rivolge la Scuola di Fotografia Metodo BSS®?

A te che sei approdato nella nostra Pagina della Scuola di Fotografia nuova di stampa, chissà cosa stai pensando in questo momento.

 

È probabile che la vedi poco ricca di contenuti… 

 

È probabile, che se sei fotografo professionista, la stai già giudicando come inadeguata ed inappropriata…

 

Sbaglio?

 

Ma non è questo che oggi ti voglio dire, carissimo aspirante fotografo/a o fotografo professionista.

 

Oggi vorrei presentarti un Metodo.

 

Metodo che ha preso il nome da un progetto dal nome Bimbi So Special®.

 

Cosa c’è di tanto diverso dalle Scuole oggi che esistono nel campo della Fotografia. Ma ne esistono? Beh, sì.

Sono Istituti di Fotografia e altre formazioni di Workshop che trovi ad ogni dove.

Dico bene?

 

Premesso questo. Ti dico che qui abbiamo fondato la Scuola di Fotografia Metodo BSS® basata sull’esperienza concreta fatta da 10 anni a questa parte nel campo dei servizi fotografici dedicati ai bambini.

Devo dire che nessuna Scuola di Fotografia oggi esistente in Italia dà una formazione ai fotografi concentrata sulla gestione del servizio fotografico ai neonati e ai bambini.

 

Nessuna scuola dà una formazione anche medica ai fotografi per poter gestire al meglio dinamiche anche complicate che si possano verificare durante il servizio fotografico.

Può succedere che durante un servizio fotografico di Neonati, il cucciolo pianga in modo continuo e non si riesca a consolarlo. Questo è una delle possibilità più consuete in questa età.

 

Come fare allora? Molti professionisti possono rimandare il servizio fotografico ad altro giorno. Molto spesso si sente parlare di orario più ideale per il servizio fotografico al Neonato. Non basta.

Non basta perché il Neonato ha i suoi ritmi, ogni cucciolo è diverso ed ha esigenze diverse che meritano di essere lette.

Vero che si fanno colloqui con la famiglia prima del servizio fotografico. Non basta. La famiglia di certo è spesso restia a raccontare i suoi fatti privati ad un perfetto sconosciuto. Non pensi?

 

Andiamo oltre, caro amico e collega.

I bambini più grandicelli. Eh sì.

 

La fotografia infanzia si rivolge anche a bambini più grandicelli che arrivano fino ai 6 anni d’età. Questa età è quella dove si hanno più dinamiche difficili da gestire in fase di servizio fotografico.

 

Bambini vivaci, bambini che si muovono ovunque, bambini timidi, bambini con piccoli difetti di pelle… Solo alcuni dei problemi che si sentono nell’aria nel campo della fotografia professionale.

 

Riprendere i bambini è la cosa più difficile da fare se non si è allenati alla corretta interazione con loro.

La Scuola va proprio ad agire su questo. Aiuta i fotografi a capire come parlare nel modo corretto con i bambini.

 

Prima del servizio fotografico da portare a casa, il fotografo deve pensare che ha a che fare con una persona che capisce e vive esperienze.

 

Oggi fare foto di posa ai bambini è la via più semplice per portare a casa i risultati positivi.

La Scuola vuole aiutare i fotografi a portare a casa servizi fotografi anche quando i bambini sono vivaci, quando non dormono sempre (vedi neonati), quando piangono, quando la luce che cade sul bambino non è perfetta…

 

Vedremo voce per voce questi aspetti.

Oggi concludo dicendoti che, se vuoi diventare un fotografo di neonati e bambini a loro misura, questa è la Scuola che fa per te.

Che tu sia un aspirante fotografo che vuole fare della fotografia una professione o tu sia un professionista a digiuno di fotografia bambini e che voglia accostarsi ad essa in modo vero, qui trovi pan per i tuoi denti.

 

Segui la nostra pagina per dirette e interviste a chi è nel team BSS®

Scrivi commento

Commenti: 0