Puntata n. 2: Le sane imperfezioni. Il pianto del bambino… Il fotografo va in crisi.

Continuiamo il nostro viaggio nelle “sane imperfezioni” dei nostri cuccioli.

 

Abbiamo trattato il fatto di essere troppo piccoli… ora trattiamo del pianto del neonato e del bambino.

 

Ti dico che non solo il neonato piange. Penso tu lo sappia…

 

Piangono tutti i bambini.

 

Cosa succede se ti capita che piange fin che tu stai facendo il servizio fotografico?

 

Come lo gestisci questo pianto?

 

Mi piacerebbe sapere la tua opinione e capire come ti comporti nel caso ti capiti o ti sia capitato che un bimbo piange proprio quando tu devi cominciare a fotografare.

 

Più sotto se vorrai attendo tue.

 

Nel frattempo ti dico che non ho avuto mai problemi con i pianti dei bambini.

 

Ti pare strano? In 10 anni grazie anche alla mia formazione di animatrice bambini ho saputo sempre cavarmela benone.

Ora mi dirai: “Mazza che presuntuosa! Credici!”

 

Ti racconto una delle mie ultime esperienze che vale più di mille altri concetti.

 

Servizio fotografico Neonata. Presenti al servizio 2 sorelline (6 anni e 2 anni).

 

Il fatto di farli tutti a domicilio ti dico già che semplifica molto le cose. E il fatto di partecipare alla formazione della Scuola vedrai che avrai la vita molto più facile.

 

All’inizio tutto tranquillo. Cominciamo io e la fotografa in insegnamento a fare scatti alla cucciola. Sorelline che la coccolano e scatti anche qui… Tutto si svolge in tranquillità con i genitori presenti che interagiscono in modo davvero caloroso con le bimbe…

Il servizio fotografico va avanti e la bimba di 2 anni si addormenta in braccio della mamma.

 

Proseguiamo negli scatti. Finiamo. Decidiamo di scendere al piano di sotto (la stanza matrimoniale era al primo piano) e cominciamo a scattare foto con la bimba di 6 anni.

 

La nostra preparazione della Scuola ci permette di creare relazioni vere con i bambini. E non posso di certo darti qui i dettagli. Solo formarti nella scuola ti permette di trovare gli strumenti giusti di comunicazione.

 

Con la bimba di 6 anni divertimento puro… fa quasi tutto lei. Proprio per il tipo di comunicazione che impariamo nella scuola.

La bimba di 2 anni si sveglia.

 

Uno. Non è più nell’ambiente dove si era addormentata seppur in braccio alla mamma.

 

Due. Senz’altro il fatto di svegliarsi non da sola, ma con noi attorno l’ha infastidita.

 

Ora ti ho dato una lettura di ciò che può essere avvenuto in lei.

 

Fatto sta che comincia a piangere. E non si calma. Nonostante la mamma le parli e cerchi di farla calmare con l’obiettivo di renderla docile a far foto, nulla di fatto.

 

Non se ne viene fuori.

 

Piange.

 

Che faresti tu ora?

 

Prova a dirmelo più sotto.

 

Te lo dico io ora però. Tieni ben presente che è un caso. Ma nella tua vita di fotografo/a bambino/a tante altre dinamiche si possono creare. Se non sarai in grado di leggerle… I tuoi servizi fotografico saranno molto difficoltosi.

 

Grazie alla formazione della Scuola di certo avrai modo di trovare risposte a tutti i tuoi dubbi e difficoltà.

 

Siamo rimasti che la bimba di 2 anni non si calmava.

 

Io e Nicole, altra fotografa della Scuola, ricordiamo che, fin che eravamo nella stanza matrimoniale, aveva passione per la macchina fotografica. Le avevamo fatto provare la nostra. Con ovvie precauzioni. Però lei era entusiasta di vedere nel mirino.

Si accende una lampadina.

 

Mi avvicino a lei… ancora piangente. Le chiedo se le va di riprovare la mia macchina fotografica.

 

Lei con i lacrimoni mi guarda e dice di sì. Smette.

 

Prende la mia macchina, si avvicina con la mamma alla sorella di 6 anni e vai di scatti.

Eureka!

 

La comunicazione adeguata con la bimba. Il fatto di mettersi in ascolto.

Facile?

 

Se pensi che sia facile. Gira angolo e arrangiati.

 

Se pensi che tu in una situazione del genere saresti stato/a in difficoltà allora è il caso tu ti iscriva alla nostra Scuola di Fotografia Metodo BSS®.

 

Di certo là fuori nessuno ti insegna ad andare oltre il fatto di fare un servizio fotografico.

 

Poi quando ti succede una cosa così… Che fai?!? Rimandi?!?

 

Direi poco professionale, no?

 

Alla prossima sana imperfezione. Entreremo nello specifico del pianto del neonato.

 

Ora non ti resta che richiedere la Guida per capire cosa ti può dare la nostra Scuola rispetto a tutto ciò che oggi ti proposta nel campo della fotografia.

 

Di più là fuori nessuno ti insegna a come trattare con i neonati e bambini.

 

I nostri esperti ti aiuteranno in questo come hanno aiutato me e gli altri fotografi che si sono formati a febbraio con il primo Workshop ed oggi stanno proseguendo nello studio.

 

Clicca il pulsante più sotto.

 

 

Ti aspettiamo.

Scrivi commento

Commenti: 0