Lorena Traldi - Terapeuta Corporale Neonatale

 

Buongiorno a te, carissimo fotografo, che stai leggendo.

 

Desidero presentarmi, raccontandoti chi sono e  di cosa mi occupo,  come e perché sono approdata nel mondo di Bimbi So Special®.

 

Mi chiamo Lorena Traldi, sono nata nel 1964 in provincia di Lodi e vivo in un paesino in provincia di Lecco, immerso nel verde, di nome e di fatto: Verderio.

 

Il mio obbiettivo è da sempre quello di prendermi cura degli altri e per fare ciò bisogna prima di tutto prendersi cura di se stessi.

 

Mentre mi guadagnavo da vivere come commessa, circa tredici anni fa, il settore olistico mi diede la possibilità di esplorare un mondo più affine a ciò che cercavo, intrapresi così un percorso parallelo ma che andava in una direzione diversa.

 

Iniziai col  frequentare la Scuola di Shiatsu proseguendo con la Scuola di Massaggio Orientale per alcuni anni.

 

Arrivò, successivamente, la mia grande passione che era ed è ancora la Biodinamica Craniosacrale, frequentando la Scuola di Craniosacrale di Milano Kalapa e diplomandomi dopo tre anni con una tesi sull’Articolazione Temporomandibolare in relazione al movimento delle ossa iliache.

Per approfondire sempre meglio la conoscenza di questa disciplina meravigliosa frequentavo periodicamente dei seminari tenuti da insegnanti di stima internazionale che mi assicuravano  acquisizioni sempre nuove e fondamentali per i miei progressi.

 

 

A questo punto, ecco la rivelazione della mia vita!

Dopo aver imparato a lavorare sul trauma con la biodinamica ebbi l’opportunità di lavorare con i neonati e con i loro genitori, iniziando così la formazione insieme ad uno dei più stimati Psicoterapeuti per il riconoscimento dei traumi prenatali e del parto, a livello internazionale, nonché insegnante di Consapevolezza incorporata,  Matthew Appleton, che ha fondato a Bristol (UK), il Consious Enbodiment Institute.

 

Ad oggi mi occupo di sostenere i genitori nel riconoscimento del linguaggio corporale dei loro neonati e dei vari tipi di pianto, portandoli a consapevolezza del fatto che i bambini sono esseri senzienti e in grado di immagazzinare esperienza attraverso la madre fin dal concepimento e di raccontarla in modo preciso e inconfondibile, se in presenza di un ascolto empatico.

 

L’incontro con Chiara Chiodi ed il suo  Bimbi So Special® avviene nel 2018 a seguito di un barcamp organizzato dall’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti,  TAU VISUAL,  a cui fui invitata per parlare del linguaggio corporale dei neonati.

 

Chiara mi espose il suo progetto volto ad una fotografia newborn  più autentica e responsabile  nell’approccio al neonato, rispetto alle modalità in voga.

Attirò immediatamente la mia attenzione in quanto ritenevo che ogni canale, purché dignitoso, fosse adatto per far passare il mio messaggio di rispetto e di riconoscimento del neonato come persona autentica e unica.

 

Ad oggi, oltre al mio lavoro con i neonati e le loro famiglie, tengo seminari formativi per i genitori e  faccio parte del Team Scientifico BSS® come docente per la formazione scientifica ed olistica del Team Fotografi.

 

Ritengo che anche nella fotografia debba essere rispettata l’immagine del bambino, che non potendo scegliere dovrà affidarsi, da grande,  alle immagini che gli saranno state imposte e che avranno il potere, come ogni altro tipo di comunicazione, di alzare o di abbassare la sua autostima, di  permettere o meno il riconoscimento di  se stesso come essere umano,  con il diritto di essere trattato come tale, anche   da neonato e senza l’apparente possibilità di esprimersi.

 

Il mio impegno, in questa Scuola vera e propria è dare informazioni ai fotografi e alle famiglie, che portino a riflettere e a non fermarsi alle apparenze o ai luoghi comuni.

 

Sollevando  con forza argomenti che sono rimasti nel vaso di Pandora, voglio dare voce alle continue ricerche da parte di studiosi della neurobiologia e della neuropsicologia,  della psicologia prenatale e perinatale che dimostrano il sostegno  ai neonati per diventare padroni del loro reale potenziale psicofisico.

 

Desidero invitare le famiglie che ritengano di chiedere un aiuto, a rivolgersi a personale qualificato, informandosi e leggendo gli articoli ed eventuali libri,  che dimostrino la chiara volontà degli autori al riconoscimento di un intelligenza superiore che guida i bambini.

 

Il Team Scientifico BSS® non ha timore di uscire dagli schemi per comprendere il mondo neonatale,  si fida dell’intuito e del proprio istinto, acuito studiando la Scienza e praticando l’osservazione clinica, senza pregiudizi.

 

Desidero invitare a riflessione i fotografi, rispetto ad una cultura ormai obsoleta che ci induce a vedere i neonati come bambolotti da mettere in mostra, nelle posizioni e con le tempistiche che andrebbero bene per gli adulti ma che non rispecchiano affatto le  aspettative dei bambini.

 

In questo, io credo fermamente!